Quels sont les principaux points clés lorsque débute la floraison des plantes de cannabis ?

Quali sono i principali punti chiave quando inizia la fioritura delle piante di cannabis?

03/08/22Lu en 6mn
  •  L'estate è un periodo caldo e ideale per la coltivazione della cannabis all'aperto, Lady Nature ci accompagna nella realizzazione dei nostri compiti riguardanti le cure da dare alle nostre care piante, ma non dobbiamo dimenticare che siamo ancora i principali attori nel successo di questa affascinante attività.
  • A seconda della configurazione della tua piantagione, che coltiva nel terreno aperto all'aria aperta o in una serra, questo periodo estivo evoca le vacanze, la spiaggia, i barbecue, le uscite e le attività all'aperto per la maggior parte tra noi. Tuttavia, è anche un momento cruciale per mettere fuori la nostra cultura nelle migliori disposizioni, al fine di ottenere un raccolto di alta qualità.
  • Durante questo articolo, spieghiamo quali sono i principali punti chiave quando inizia la fioritura delle piante di cannabis all'aperto. Seguire il leader...

 

Il periodo estivo è favorevole alle vacanze, a lunghe sere amichevoli con la famiglia o gli amici o semplicemente in relax dopo una lunga stagione invernale. Tuttavia, è anche un periodo cruciale per il buon futuro delle nostre care piante di cannabis che evolverà lunghe settimane all'aperto, perché può accadere molta germinazione, inclusa la crescita, che è seguita dal periodo di fioritura, prima del lungo raccolto. Finalmente arriva.

Anche se ogni passo menzionato qui è attualmente rivolto alla cultura all'aperto, è anche valido per ottenere un buon raccolto all'interno. È importante portare una certa preparazione e considerazione durante ogni fase, specialmente in questo periodo lo stress generato dalle alte temperature di alcune aree geografiche del mondo, può diventare un vero problema per alcuni. Molti coltivatori faranno la loro scelta di femminilizzato nei semi di cannabis fotoperiodo o in un'opzione di auto -formazione più adatta alle loro possibilità.

Indipendentemente dall'opzione scelta da ciascuno, poiché l'obiettivo principale è quello di ottenere piante sane di cannabis in ogni fase dell'evoluzione del ciclo di coltura, che deve quindi ricevere cure adeguate, con risorse idriche sufficienti, nei nutrienti, nella luce, per ottenere deliziosi cannabis Fiori pieni di tricomi di resina. A seconda della posizione, sarà anche vigile sulle condizioni di umidità, al fine di evitare l'aspetto di problemi fungini.

Presentiamo qui sotto i 5 punti chiave su cui dovrai concentrare i tuoi sforzi quando inizia il periodo di fioritura, che sono: irrigazione, pacciamatura, supporto strutturale delle piante, deflusso o chiarimenti delle foglie e importanza della qualità dell'illuminazione durante l'intero ciclo. 

 Annaffiatura ottimale

Fin dall'inizio, vale a dire presto dalla fase della germinazione o dello sviluppo della semina, quindi crescita (fase vegetativa), è molto importante eseguire un approvvigionamento idrico fino alle esigenze di ogni pianta, al fine di evitare eventuali carenze idriche Questo può minare la cultura della tua cannabis. Direi anche che devi sapere come anticipare le cose a questo livello quando coltiva, perché molto spesso è molto meglio impedire solo di guarire. C'è un doppio interesse durante questa fase, perché se l'idratazione è una cosa essenziale, nutrienti è altrettanto.

È anche importante sottolineare che il riscaldamento globale planetario provoca conseguenze disastrose a questo livello, poiché la generalizzazione dell'aumento delle temperature non ci aiuta. È per lo stesso motivo che è fondamentale fornire tutti i nutrienti necessari per le piante di cannabis durante ogni fase del ciclo di coltura, settimana dopo settimana per rafforzare il loro sistema immunitario.

Questo è il motivo per cui sarà necessario utilizzare un fertilizzante di qualità corrispondente alle diverse esigenze delle piante durante il periodo di crescita e fioritura. Ma non solo, perché l'uso di uno stimolatore che promuove la salute e lo sviluppo delle tue radici (fino a un'applicazione settimanale), il che consentirà di ottenere un vigore perfetto come capacità di assorbimento ottimale di quest'ultima.

L'impiego di Trichoderma (Harzianum) sarà anche utile per la vita, la protezione ed equilibrio del tuo suolo. Ti consigliamo di eseguire sempre preferibilmente l'irrigazione al mattino o alla sera, quando le temperature sono ancora piuttosto fresche o moderate, al fine di evitare lo stress sulle piante o di causare la cottura delle radici. Pertanto, evitare di annaffiare le piante di cannabis tra le 11:00 e le 18:00, perché è generalmente molto caldo nella maggior parte dei paesi del mondo durante l'estate durante questa fascia oraria.

Assicurati di usare l'acqua la cui temperatura corrisponde ai valori dell'aria ambiente, per evitare qualsiasi shock termico nel terreno. È anche necessario evitare l'irrigazione di notte (specialmente durante e alla fine della fioritura), perché l'umidità aumenta significativamente in modo naturale nell'aria. Dipende dal clima, tuttavia è una tendenza abbastanza generalmente diffusa in tutto il mondo. Questo può essere un punto critico, se si coltivano varietà di cannabis che non sono molto resistenti di fronte alle malattie fungine.

Un dettaglio che ha anche tutta la sua importanza è che concentriamo i nostri sforzi sull'approvvigionamento idrico di ogni pianta a livello del suo Dobbiamo tenere presente che gli stomi di quest'ultimo, partecipano attivamente ai vari scambi di gas durante la fotosintesi settimana dopo settimana.

Si prega di notare, è soprattutto necessario sciacquare le foglie durante lo stadio della crescita vegetativa, perché se spruzziamo ripetutamente acqua sui pistili dei fiori di cannabis, rischiamo di alterarli, il che potrebbe anche subire alcune ustioni sotto l'azione del sole all'esterno . È esattamente lo stesso per la cultura interna, perché l'illuminazione della luce artificiale produrrà lo stesso effetto. 

Sia all'interno o all'esterno, e questo è valido anche per le piante di CBD, è anche necessario avere una grande vigilanza quando si sciacqua le foglie, non per lasciare grandi gocce d'acqua su di esse, perché produce un grande effetto su questi e questo può causare in modo equo Grandi ustioni superficiali, che possono leggermente ostacolare la fotosintesi di ogni pianta.

Ti consigliamo di utilizzare un buon fertilizzante di crescita fino a quando non vedi apparire una densità abbastanza grande quantitativamente grande, perché è un segno che dimostra una fase di fioritura ben avviata delle piante di cannabis con fotoperiodo. Successivamente, è consigliabile garantire un passo di transizione in termini di uso dei vari fertilizzanti, invertendo gradualmente per circa 7-12 giorni, i bisogni evolutivi della fase di crescita per quelli necessari nella fase della fioritura.

Una cosa che può avere una certa importanza per i coltivatori situati nelle regioni calde la cui approvvigionamento idrico è difficile da raggiungere, è che una varietà auto -per sé supporta sempre le carenze idriche rispetto alle varietà con fotoperiodo. Lo dobbiamo alla genetica di Ruderalis, che è resistente a molti fenomeni meteorologici difficili, questo è spiegato dalla natura del suo habitat originale (paesi orientali dell'Europa, Siberia, Ungheria, Bulgaria, Asia centrale).

È bene sapere che una varietà di cannabis indica è più fragile di una pianta di sativa, ad esempio riguardo alla mancanza di acqua, è facile da capire, perché la stragrande maggioranza di queste varietà proviene da paesi caldi, è anche questo spiega questo Le teste che producono sono più ariose e allungate per resistere anche a un alto livello di umidità e in particolare ai diversi agenti patogeni che potrebbero apparire e quindi a mettere gradualmente l'intero raccolto. La scelta iniziale basata su semi di qualità è una base di capitale.

È vero che se inizi, può essere interessante coltivare le piante di autofolia, da semi di qualità come Critico+2.0 auto, Moby Dick Auto, Critical Jack Auto o L.A. Vanilla Cake Auto. Richiedono attenzioni meno speciali, temono meno una temperatura elevata, con anche meno settimane di aspettative, al fine di offrirti un raccolto di teste di alta qualità e coperto di tricomi di resina.

Isolamento e protezione del pavimento grazie al pacciame

Quando parliamo di pacciame o pacciame in inglese, evochiamo la possibilità di utilità di materiali naturali o sintetici, come la paglia per uso agricolo, corteccia in legno, patatine in legno, perlite o semplicemente l'erba schiacciata ottenuta durante la falciatura del tuo giardino, in Ordine di limitare il fenomeno dell'evaporazione dell'acqua e possibili shock termici nel substrato delle piante di cannabis durante lo stadio della crescita vegetativa o la fase della fioritura, che ti permetterà di raccogliere i preziosi fiori di cannabis di alta qualità così ricercati. 

Il pacciamatura è un eccellente metodo preventivo per proteggere lo strato superiore del substrato e garantire un certo comfort di tutte le piante di cannabis. Come accennato in precedenza, questo strato protettivo del terreno è spesso costituito da piante, rifiuti boschivi o roccia minerale, il cui spessore deve avere uno spessore compreso tra 2 e 5 cm a seconda dell'intensità del calore della regione in cui coltivi .

Una temperatura troppo alta all'interno del substrato potrebbe alterare la vita microbica del suolo, specialmente se utilizziamo un metodo organico. Quando iniziano molti coltivatori, non pensiamo a questo tipo di dettagli strutturali, che sono tuttavia essenziali settimana dopo settimana al fine di ottenere finalmente il speranza, per il raccolto.

Usiamo massicciamente questo metodo per proteggere la protezione del suolo in California, ad esempio, semplicemente perché le estati sono molto calde, come evidenziato dall'aspetto di molti incendi (megafeo) negli ultimi anni, ma anche perché la cultura organica o biologica è molto stabilita lì, e che la vita del suolo ha un ruolo importante in modo che questo metodo di coltivazione funzioni in modo ottimale.

Quando si dice che un terreno sia vivo, è una realtà, è anche per la stessa ragione che usano comunemente barattoli geotessili, che vengono utilizzati direttamente per migliorare la capacità respiratoria del substrato, ma anche per promuovere l'ossigenazione del microbiale Vita del suolo. Ciò avrà un risultato finale, per energizzare i diversi metabolismi in aerobici, come gli scambi tra i diversi agenti organici presenti nel suolo. La scelta giudiziosa di semi di cannabis di alta qualità consente di superare molte difficoltà.

È necessario prestare particolare attenzione durante l'istituzione della semina dopo la germinazione all'esterno, perché la loro fragilità viene sollevata durante le prime 3-4 settimane. Tutti questi suggerimenti sono anche validi Per le piante CBD. Questo è il motivo per cui durante questa fase di crescita vegetativa, è preferibile prepararli possibilmente sotto l'illuminazione di una luce artificiale interna per rafforzarli prima del loro arrivo nel loro habitat finale.

Supporto per la struttura della pianta di cannabis

L'uso di un buon dispositivo di supporto per la struttura vegetativa della pianta di cannabis è diventato un passo importante negli ultimi anni, in particolare con l'aspetto di varietà americane con fotoperiodo moderno sulla scena del mondo della cannabis. In precedenza, le piante di cannabis avevano una struttura vegetativa più omogenea, il più delle volte con la forma di un albero di Natale ben definito. 

Bisogna ammettere che al giorno d'oggi, la pianta di cannabis si sta evolvendo a diversi livelli, varietà che sono diventate molto popolari come l'OG Kush, ad esempio, ha bisogno di un supporto strutturale che guida e supporta la sua crescita vegetativa, ma non solo, perché il vero ruolo di Tale dispositivo è soprattutto per supportare o rafforzare la struttura della pianta in modo che possa sopportare il peso delle teste compatte grandi e spesse che dovranno essere raccolte alla fine della cultura della coltura. È anche lo stesso per alcuni ibridi ricchi di CBD.

Il supporto strutturale per una pianta di cannabis viene realizzato utilizzando la rete di acri perforati in nylon o con una gabbia cilindrica di metallo che è spesso realizzata in mesh utilizzata per realizzare le recinzioni per case private. Altrimenti, è possibile utilizzare tutor convenzionali, l'unico problema con loro, è che il supporto delle piante di cannabis non sarà omogenea e a volte può essere insufficiente.

Il più delle volte, un tale sistema di supporto solo una e unica pianta di cannabis, quest'ultima deve essere creata intorno o l'orizzontale della pianta, in modo da guidare la crescita di quest'ultimo all'altezza desiderata. Alcuni coltivatori a volte creavano una prima rete di supporto sulla parte inferiore delle piante di cannabis, quindi un secondo nelle teste, al fine di alleviare la pressione del peso esercitata dal peso dei fiori. 

Se è una fase non è fatto o troppo tardi, puoi aspettarti che determinate ramificazioni si fratturano sotto il peso delle teste pesanti piene di tricomi di resina. Sarebbe un peccato aver implementato così tanti sforzi, denaro e tempo in modo globale, ottenere finalmente perdite significative alla fine del ciclo, durante la raccolta. Soprattutto quando questo può essere evitato ...

Defogliazione o chiarimenti fogliare

La defogliazione è un metodo semplice che consiste semplicemente nel rimuovere tutte le foglie che mascherano la luce sulle parti in cui tutti cerchiamo, la preziosa cannabis si dirige piena di tricomi di resina. È logico pensare che questo Il principio si applica di più per le piante indica Solo per una pianta sativa.

Tuttavia, anche se questa tendenza generale è valida, con la disponibilità di così tanti polihybridi di fotoperiodo sul mercato attuale, questo metodo può essere utilizzato su quasi tutte le varietà dai semi di cannabis femminizzata.

È un metodo che farà miracoli all'inizio della fase di fioritura su una varietà come la torta alla vaniglia di L.A. Watermelon Runtz, Gorilla Frost, Starfire OG e Zkittlez 2.0. La riduzione dell'umidità all'interno del baldacchino è cruciale, al fine di evitare l'aspetto di agenti patogeni dannosi. Questo vale anche per qualsiasi varietà con alto contenuto di CBD.

Tutte queste varietà producono una grande quantità di fogli o quest'ultimo raggiunge troppe dimensioni, rispetto alla scala generale della pianta di cannabis interessata. Il risultato è lo stesso, vale a dire che queste foglie impediscono il gonfiore come lo sviluppo ottimale di teste di alta qualità in generale, perché viene colpita anche la produzione di tricomi di resina, terpeni e flavonoidi.

È fondamentale prestare grande attenzione alla penetrazione della luce nel baldacchino della pianta, poiché ciò influirà in modo più o meno significativo nella produzione di fiori di cannabis per la raccolta e quindi alla resa complessiva della raccolta.

Inoltre, questa massa fogliare può creare un accumulo di umidità su alcune parti della pianta, che può causare l'aspetto di funghi dannosi. La densità varia da una pianta all'altra, normalmente, una pianta sativa è normalmente meglio dotata dalla natura di un'indica.

Alcuni ibridi di cannabis hanno una distanza variabile tra i nodi, come una massa fogliare che non è la stessa da una varietà all'altra. È spesso un tratto intrinseco dell'ibrido che coltiva, ma può anche essere dovuto a un eccessivo assunzione di nutrienti durante la fase di crescita.

Presta attenzione al fenomeno opposto, vale a dire che se si ottiene una defogliazione eccessiva, le piante potrebbero essere influenzate da troppo stress, prevenendo la fotosintesi essenziale, il che rallenterebbe lo sviluppo ottimale della pianta e ridurrebbe anche la produzione di belle e deliziose testa piene di tricomi in resina. 

L'importanza dell'illuminazione

La qualità dell'illuminazione ha un posto importante per ottenere uno sviluppo ottimale delle piante di cannabis, non solo per la fase di fioritura. È di grande importanza prendere in grande considerazione la qualità e l'intensità dell'illuminazione, sia all'interno che all'esterno.

È molto più importante di quanto tu possa immaginare, perché quando i tuoi semi prendono vita dopo la germinazione, quindi raggiungendo la fase di semina, è da questo momento che la necessità di usare l'illuminazione di potenza adattata e qualità assume il suo pieno significato. 

Per tutti i coltivatori che usano vasi, interni e all'aperto, può essere interessante spostarli nel tuo spazio, perché la luminosità non è uniforme a seconda del luogo in cui ogni pianta è disposta. La quantità così catturata da ogni individuo è casuale.

Spostandoli, ottimizzerai questo, che ottimizzerà la produzione di teste di erba, ma anche la quantità di tricomi di resina e allo stesso tempo riduci il sudore e migliora la sua capacità respiratoria.

Se coltivano all'aperto nel terreno, può essere interessante tagliare o liberare le piante circostanti a seconda delle possibilità del sito, mentre si prevede la cura di preservare una certa riservatezza, al fine di ottimizzare la capacità omogenea di illuminazione al massimo.

 

PARTAGER SUR

PARTAGER SUR

TI PIACERA' ANCHE