Silent-Seeds-Logo-Blog

COME GESTIRE UN ATTACCO DI FUSARIUM NELLA COLTIVAZIONE DELLA CANNABIS?

  • Fusarium è un fungo in grado di scatenare il caos al centro di molte colture agricole, perché causa la fusariosi che è una formidabile malattia fungina.
  • Le conseguenze di questo flagello sono drammatiche, perché quest’ultima impedisce che la pianta di cannabis venga alimentata bloccando lo xylth, che blocca il passaggio della linfa con il quale vengono inviate l’acqua e i diversi nutrienti.
  • Nell’articolo seguente, ti spieghiamo cosa è in dettaglio Fusarium, come rilevare la sua presenza all’interno di una cultura, quali sono le misure di prevenzione da implementare per evitare il suo aspetto e quali sono le soluzioni esistenti per eliminarla.
  1. Cos’è Fusarium?
  2. Come identificare la presenza di Fusarium in una cultura della cannabis?
  3. Quali sono le misure preventive che devono essere messe in atto per evitare il suo aspetto?
  4. Quali sono le migliori soluzioni per eliminare il fusarium?

I coltivatori più esperti, sanno perfettamente che la coltivazione di una pianta di cannabis è lungi dall’essere un fiume lungo e tranquillo a diversi livelli. A seconda che quest’ultimo avvenga al chiuso o all’esterno, molti fattori variano nel rispettivo ambiente.

Naturalmente, è necessario avere molte conoscenze sulla coltivazione della cannabis in generale, come sulle diverse varietà, al fine di fare la scelta migliore riguardante i migliori semi di canapa di alta qualità che comprerai.

È anche importante soprattutto, Per scoprire la capacità di resistenza di questi semi di cannabisDi fronte a possibili infezioni da funghi patogeni come Fusarium, tra gli altri, O un potenziale attacco da diverse specie di insetti parassiti. 

COS’È FUSARIUM?

Il Fusarium appartiene a una categoria di funghi filamentosi nominati Nectriaceae, che non ha meno di trenta specie fungine patogeni. Fortunatamente, tutti questi 30 specie Non tutti influenzano il mondo delle piante.

Il lato cattivo delle cose è che tra tutte queste specie, quella di Fusarium oxysporum attacca le piante di cannabis a livello di una parte vitale per la sua dieta e sopravvivenza, che sono radici situato nel terreno. Poiché esiste un certo equilibrio nel cuore del mondo delle piante, questo fungo colpisce potenzialmente solo alcune piante, perché può persino svolgere un ruolo benefico per alcune di esse.

Alcuni ricercatori scientifici hanno presentato una teoria, affermando che questa specie proviene certamente da un’altra tensione innocua, che è associata allo strato esterno delle radici delle piante, denominate corteccia. Secondo quest’ultimo, sarebbe stata originariamente una mutazione di questo fungo, che avrebbe permesso a quest’ultimo di entrare nel tessuto vascolare della pianta e che in questo modo avrebbe sostituito il precedente meccanismo di sopravvivenza.

Lire cet article  COME ANNAFFIARE LA PIANTA DI CANNABIS?

Il fusarium appartiene alle specie patogene più formidabili contro la pianta di cannabis. Questo è certamente il motivo per cui alcuni governi di tutto il mondo usano questo fungo come trattamento per il traffico di droga. Il loro mezzo d’azione è abbastanza semplice, polverizzano tutte le colture illegali di cannabis per eliminarli.

Il fusarium è una di quelle malattie fungine viziose perché colpisce seriamente Piante di cannabis che provengono dai semi di migliore qualità, sia che si stia crescendo o in fioritura, semplicemente perché le infezioni da questo marciume si trovano nella parte inferiore e sotterranea del suolo o del substrato, e più precisamente a livello del fondo dell’asta come del sistema radicale. 

COME IDENTIFICARE LA PRESENZA DI FUSARIUM IN UNA CULTURA DELLA CANNABIS?

Fusarium è uno di quei funghi patogeni che provoca il nome chiamato fusariasi. Questa infezione attacca il sistema di capelli sotterranei a livello radici E colletto dello stelo piante di cannabis, che si fermano radicalmente capacità di assorbimento idrico e nutritive di questi. Le conseguenze dannose si sentiranno rapidamente, perché le piante di canapa avranno un aspetto visivo indebolito, con foglie che si appassiranno gradualmente e asciutte, portando così alla loro perdita totale. Il raccolto diventerà quindi un miraggio di illusioni molto distanti.

Una volta che il fungo entra in contatto con la corteccia radicale, il fusarium penetra all’interno dello xylth. Le piante di cannabis dipendono completamente da questo tessuto vascolare, perché consente l’irrigazione e il routing della linfa contenente l’acqua e i nutrienti necessari attraverso lo stelo, a tutte le parti della canapa della pianta.

Se le piante di canapa di semi di qualità non ricevono nutrienti fondamentali come l’azoto durante la crescita o il fosforo durante il periodo di fioritura e che è esattamente la stessa cosa sull’acqua, quindi si deve ammettere che in assenza di queste risorse vitali, Il bellissimo raccolto abbondante di grandi teste e generosamente ricoperto di tricomi di resina di alta qualità, è decisamente compromesso dalla presenza e dall’attacco di questi funghi patogeni.

I principali segni visivi che devono avvisare l’aspetto di un attacco di fusarium nel cuore della tua cultura interna o esterna foglie giallastre e appassite, una crescita o fioritura fortemente rallentata delle tue piante, puoi anche osservare Marciume radicale, del stelo e persino teste. Le radici situate sotto la superficie del terreno avranno un file Colorazione rossa.

Lire cet article  PRESENTAZIONE DEI PRINCIPALI TERPENI DI CANNABIS

Sarà necessario eseguire un Xyl trasversale taglio a livello dello stelo, al fine di confermare l’infezione modificando il Colorazione (scuro) all’interno di quest’ultimo. Dovrai prestare particolare attenzione all’esterno degli steli, perché se visualizzi un Crescita fungina di colore arancione, rosa o biancastro, Quindi sarai sicuro di affrontare un’infezione fungina del tipo di fusarium.

Parteciperai anche al Gonfiore degli steli, che potrebbe rompersi e rompersi dalla pressione esercitata dall’effetto prodotto dallo sviluppo di questo fungo. Vedrai anche allo stesso tempo, l’espansione di questo marciume in modo globale, a partire dall’azione necrotica di quest’ultima sulla canna principale.

QUALI SONO LE MISURE PREVENTIVE CHE DEVONO ESSERE MESSE IN ATTO PER EVITARE IL SUO ASPETTO?

L’aspetto della malattia fungina fungina ha effetti più durevoli in un ambiente esterno. È abbastanza facile da capire, perché una volta fissata in profondità nel terreno, non è facile eliminarlo rapidamente e durabilmente. Ti consigliamo di seguire scrupolosamente le misure di prevenzione che ti diamo di seguito.

Se coltiva le piante di cannabis in un ambiente esterno e la tua cultura è stata colpita da questo fungo, sarà quindi necessaria Cerca un’altra terra su un terreno sano, perché ci vorranno molti anni prima che questo tipo di stampo sia completamente neutralizzato. Le spore rimarranno molto a lungo nel suolo, beneficiando dell’isolamento e della protezione sotterranea, che produce o porta loro una latenza tesa in questo ambiente naturale. Ciò significa chiaramente che un alto rischio di potenziale infezione sarà lì per molti anni.

La realizzazione di una cultura della canapa in vasi con dimensioni adeguate, è sicuramente una delle migliori opzioni che ci consente di escludere il rischio di sviluppo delle spore all’interno del substrato, quindi l’arrivo di questi stampi a livello di steli, foglie e teste delle nostre care piante preferite. Una crescita in pentole consente anche di evitare l’eccesso di umidità all’interno del substrato, eseguendo annaffiatura precisa in acqua e nutrienti.

Se seguendo uno sfortunato episodio di una perdita di un raccolto, una cultura fatta in un ambiente all’aperto o al chiuso, finalmente ti trovi con una certa quantità di piante colpite, avrai quindi bisogno di Buttar via Queste stesse piante decimavano in un centro di riciclaggio lontano da casa. È necessario agire in questo modo, al fine di impedire alle spore di poter ricostruire una possibile colonia fungina, dando nuovamente origine allo stesso flagello devastante. 

Lire cet article  LE 10 MIGLIORI DESTINAZIONI PER GLI AMANTI DELLA CANNABIS

Introdurre funghi benefici direttamente nel tuo terreno, come Trichoderma Harzanium o altri funghi a micorrizae. Questi funghi hanno un potere antagonista, vale a dire che neutralizzano gli effetti dannosi dei patogeni. Pertanto migliorano considerevolmente la vita microbica del suolo, che offre alle piante una migliore distribuzione di acqua e sostanze nutritive, ma anche per avere un sistema immunitario più resistente a una grande serie di piaghe.

È molto interessante introdurre questi funghi benefici di prevenzione, quando si preparano il terreno, in questo modo possono innescare meccanismi di protezione organici, preparando l’arrivo delle piante nelle migliori condizioni per il resto della coltivazione.

Un’altra cosa importante, è necessario regolarmente Misura il pH del tuo terreno O substrato, perché Fusarium è un fungo che apprezza molto i terreni acidi. Ricorda di mantenere sempre una temperatura stabile come livello di umidità adeguato, in ogni fase di crescita e fioritura. Prova a ottenere sempre una temperatura Sotto i 29-30 ° C a livello del substrato.

Considera anche di garantire un Buon rinnovamento dell’aria all’interno dello spazio interno. Tieni presente che le piante hanno meno bisogno di acqua nelle ultime due settimane di fioritura, che limiterà anche l’accumulo di umidità. Tutti questi piccoli consigli ti permetteranno di evitare molti sintomi e problemi.

QUALI SONO LE MIGLIORI SOLUZIONI PER ELIMINARE IL FUSARIUM?

Purtroppo non esiste Nessun trattamento miracoloso Fino ad oggi per eliminare permanentemente questo fungo dalle nostre culture di canapa. Ad oggi non è disponibile alcun trattamento biologico ed è la stessa cosa su un possibile trattamento dalle sostanze chimiche. La cosa migliore da fare è quindi limitare il suo aspetto, seguendo l’applicazione di queste misure di prevenzione alla lettera e con il massimo rigore.

Una raccomandazione finale molto importante per la tua salute, non consumare mai teste infettate da malattie fungine, poiché potresti soffrire di sintomi corrispondenti a gravi malattie respiratorie. È sempre meglio prevenire che guarire … 

Vous avez aimé cet article ?
Partager sur Facebook
Partager sur Twitter
Partager sur Linkedin
Partager sur Pinterest